ROMA REPUBBLICANA – Come avvenivano le Elezioni

Roma nel periodo repubblicano (510 a.C. – 30 a.C.) diede vita ad una democrazia equilibrata. Tutto era fondato sulla ricerca di armonia ed equilibrio fra le parti.

I cittadini ebbero la possibilità di esprimere la propria volontà mediante il voto sia per eleggere i propri governanti (potere esecutivo) sia per approvare le leggi dello Stato (potere legislativo), sia per giudicare dei reati (potere giudiziario).

Esistevano tre differenti metodi elettorali. I comitia curiata tenevano conto della famiglia, i comitia tributa della residenza, i comitia centuriata del reddito e dell’età.

Il Senato era costituito da coloro che avevano ricoperto cariche pubbliche e quindi era eletto indirettamente dal popolo quando eleggeva i governanti.

I tribuni della plebe erano a protezione di tutti i cittadini a qualunque classe appartenessero, ed avevano il compito fondamentale di proteggere dagli abusi e dai soprusi delle autorità.

Le cariche erano a tempo (in genere un anno, solo i senatori erano a vita) e ripartite tra più persone (2 consoli, 2 censori, 10 tribuni, 6 pretori, 8 questori, ecc.), in modo da evitare la concentrazione del potere.

Non esistevano blocchi per l’accesso alle cariche. Anche homines novi potevano raggiungere i più alti gradi dell’amministrazione pubblica.

Un sottile gioco di equilibrio impediva ad ogni autorità di agire indiscriminatamente. I censori potevano espellere i senatori anche se erano a vita, i tribuni potevano bloccare gli atti delle aurorità, i senatori potevano preparare le leggi, ma non potevano approvarle, le assemble popolari potevano approvare o respingere le leggi, ma non potevano proporle, ecc. Tutto era in armonia con tutto,nessuna carica e nessun potere poteva prevalicare sull’altro,questa nuova forma di politica veniva chiamata dai Romani Res Pvblica,Repubblica,ovvero cosa pubblica,cosa di tutti. 

Ogni magistrato poteva essere chiamato a rispondere in giudizio del proprio operato al termine della carica.

Attraverso secoli di riforme Roma era riuscita a realizzare una repubblica veramente res publica,regolata come un moderno Stato di Diritto,anzi si può tranquillamente affermare,senza scadere nella retorica,che Roma fu la prima città al mondo ad adottare una forma di Stato Moderno regolato e gestito dal diritto e dai suoi cittadini. Il cittadino romano era orgoglioso di essere civis romanus.

Località: Roma

Epoca: 510 a.C. – 27 a.C.

Annunci

Informazioni su csrtavrinorvm

Amante della Patria Romana,bizantina e Socialista
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...